Josè Sanchez Polani è nato a Roma nel 1967. Figlio d’arte, vive un’infanzia travagliata in seguito alla rapida separazione dei genitori, avvenuta a ridosso della sua nascita.

Durante i primi anni oscilla tra il mondo pratico della madre e quello artistico del padre, che ha intrapreso quella carriera proprio a causa della madre; attrice per pochi anni e poi presto delusa da quel mondo, avviandosi quindi verso un destino ritenuto più normale e consono alla sua personalità. In quegli anni lui cerca come può di trovare una sua identità che però gli sfugge, per il crescente conflitto dei suoi e delle affatto diverse dimensioni che vivono.

Studia pianoforte anche se in modo discontinuo e altalenante, vivendo un clima familiare che lo condiziona fortemente sia sul piano emotivo che su quello degli studi e degli impegni in genere.

C’è qualcuno che è orgoglioso dei suoi studi musicali e qualcun altro che invece osserva con scetticismo e distanza, specie riflettendo sul suo avvenire incerto. Al termine di lunghi dibattimenti e conflitti interni, decide di seguire le orme del padre.

In ritardo con gli anni per la scelta indotta di un liceo non adatto, consegue la maturità scientifica mentre lascia incompleto lo studio del pianoforte, per la necessità incombente di guadagnarsi da vivere; una necessità vissuta dentro di sé per il desiderio impellente di rendersi indipendente, ma anche molto fomentata all’esterno, nell’ambito familiare. Lavorando in alcuni film con il padre si appassiona al cinema, ricoprendo alcuni ruoli: assistente alla regia, aiuto regista, segretario di produzione e sceneggiatore.

Ma risulta anche quella una passione intermittente e lavora ai film in un modo non costante, per un conflitto via via maggiore con un padre sempre più preso da se stesso che dalla famiglia in genere. Tutto ciò non gli impedisce di continuare a lottare per quelli che ritiene i propri sogni e le proprie aspirazioni. Si discosta man mano dal padre coltivando e condividendo la sua arte con gli amici e altre persone del mestiere.

Così ha scritto e diretto diversi cortometraggi, alcuni per l’Associazione vittime della strada, vincendo con il cortometraggio “Cortocircuito” nel 2000 il premio alla regia al Festival di Palombara. Ha contribuito come regista alla realizzazione di un documentario sulle usanze meridionali della Pasqua, andato in onda nella trasmissione Geo & geo su RaiTre.

Nel 2015 ha pubblicato con Albatros un romanzo dal titolo “Senza pubblico”, che nel 2016 ha ottenuto il Diploma d’onore con menzione d’encomio alla 2a edizione del Premio Internazionale Michelangelo Buonarroti.” Romanzo che è stato poi pubblicato in seconda battuta nel 2019 dalla casa editrice “Infilaindiana.”

Nel 2017 ha partecipato con la sceneggiatura del cortometraggio “Rottami” al Premio AlberoAndronico di Roma, ottenendo la targa di 6° classificato nella sezione dell’audiovisivo.

PROGETTI DI Josè Sanchez Polani

PROVE DI SPETTACOLO

Due amici di vecchia data tornano a incontrarsi dopo diversi anni. Sarà il pretesto per riscoprirsi e capire che un passato creduto sepolto in realtà è ancora vivo nelle loro vite e nei loro pensieri.

Due amici di vecchia dopo una sofferta separazione per scelte di vita, tornano a incontrarsi dopo diversi anni, riscoprendo passioni comuni che ormai credevano sepolte, riaccendendo l’entusiasmo correlato dalle esperienze e dalla maturita’ . Una storia in cui i sentimenti, la crudezza della vita e la speranza sono legati alla grande passione per l’arte che accomuna i due amici.

MISTERO SU TELA

Un uomo greco vive da straniero in Italia e lavora come impiegato di banca grazie a un suo parente alla lontana. Dipinge nelle ore libere avendo l’hobby della pittura. Sta dipingendo il ritratto di una donna che assomiglia alla vicina di casa. Questa strana coincidenza gli permetterà di far luce su un trauma che ha vissuto da piccolo, relativo alla misteriosa morte della madre nell’isola greca dove è cresciuto.

Un thriller psicologico, intimo e personale, con l’aggiunta di un viaggio nell’arte e nel mistero. Un uomo greco vive da straniero in Italia e lavora come impiegato di banca grazie a un suo parente alla lontana. Dipinge nelle ore libere avendo l’hobby della pittura. Sta dipingendo il ritratto di una donna che assomiglia alla vicina di casa. Questa strana coincidenza gli permetterà di far luce su un trauma , relativo alla misteriosa morte della madre nell’isola greca dove è cresciuto.

LA MERCANTE

Due fratelli con le relative mogli si ritrovano insieme a distanza di tanto tempo, in occasione della morte del padre, che ha lasciato un enigmatico testamento.

Un triller investigativo due coppie si ritrovano a distanza di tempo in occasione della morte del padre, i due fratelli e le relative mogli, si trovano ad aprire il testamento, scoprendo un percorso enigmatico ed oscuro nella decodificazione dello stesso.

TI STAVO PER CHIAMARE

Le avventure rutilanti di un fantomatico produttore, attorno al quale ruota un colto e ingenuo regista alla ricerca di un riscatto, sono il pretesto per rappresentare il vacuo e ingannevole mondo dello spettacolo.

I PASSI DI SONIA

I turbamenti di Sonia, una bella e intrigante donna nata orfana e cresciuta in una famiglia che l’ha adottata, la condurranno inesorabilmente in una clinica psichiatrica, dove il confronto con uno psicologo le permetterà di ricostruire la propria fragile vita.

L’OSPITE

Una bella giornalista felicemente sposata che vive in città ed è una donna in carriera, parte per la Puglia dove è cresciuta per stare al capezzale di suo padre malato. Sarà costretta a rimanere più del dovuto per uno scandalo edilizio che diventa un caso e ne consegue un’inchiesta da lei condotta assieme a un suo amico d’infanzia, un tempo amato. Il suo matrimonio comincia a vacillare.

IL CIRCOLO

In un gruppo di amici eccentrici e irrequieti della provincia siciliana nasce un conflitto, quando un politico locale dalla dubbia reputazione minaccia di sfrattarli dalla sede storica del circolo, dove abitualmente si incontrano. Lui potrebbe però rinunciare al proposito se tutti i membri lo voteranno alle vicine elezioni. Si creano così due gruppi contrapposti.

LA CONVERSIONE

Una suora scopre di essere affetta da un male incurabile e mette in discussione la sua fede. Si allontana dal suo credo e tenta di recuperare una vita che non ha vissuto, riavvicinandosi alle cose del suo passato lasciate irrisolte.